Taralli allo zucchero

Taralli allo zucchero

Taralli allo zucchero

La golosa specialità dei taralli allo zucchero non conosce tempo. Dal ricettario della nonna abbiamo la ricetta dei taralli allo zucchero esattamente come li facevano i nostri antenati. Tra gli ingredienti troviamo farina, uova, olio di oliva, zucchero, sale ed acqua. Un biscotto tipico pugliese, piccole ciambelle dolci ricoperte dalla glassa di zucchero. I consigli della nonna: i taralli allo zucchero sono assolutamente da provare perché sono facili da realizzare in cucina

Ingredienti per preparare i taralli allo zucchero: 600g di farina grano tenero 00, 4 uova, 4 cucchiai di olio evo, 500g di zucchero a velo, ½ cucchiaio di sale, 1 bicchiere di acqua.

Descrizione, preparazione, realizzazione, esatta spiegazione e procedimento come fare i taralli allo zucchero fai da te in casa con le ricette della nonna e passione per le tradizioni: versate in una bacinella la farina, uova, 2 cucchiai di zucchero, sale e cominciate a miscelare. Aggiungete poca acqua alla volta fino a quando l’impasto diventa amalgamato ma sodo ottenendo un filoncino omogeneo. Tagliate a pezzi e formate rotoli a salsicciotti non tanto fini. Unite le estremità dei salsicciotti arrotolando la parte dell’unione. Finite tutta la pasta. In una pentola mettete a bollire abbondante acqua con un po’ di zucchero. Versate le ciambelle dolci nell’acqua, lessate, togliete appena salgono a galla. Scolate mettendoli in una tovaglia da cucina ad asciugare leggermente. Accendete il forno a 200°. Mettete i biscotti dolci a ciambella in una griglia ed infornate a forno caldo per 15 minuti. Adesso prepariamo la glassa. Versate il restante zucchero in una pentola, aggiungete 1 bicchiere di acqua, addensate a fuoco lento, lasciate raffreddare per pochi minuti. Immergete i taralli nella glassa ed impregnate sotto e sopra, togliete e lasciate asciugare in un piatto. Fare riposare per 30 minuti prima di essere gustati. I segreti della nonna: se la glassa si condensa mentre ci inzuppate i taralli allo zucchero, mettete nuovamente sul fuoco aggiungendo poche gocce di acqua.

I commenti sono chiusi.