Taralli al finocchio

Taralli al finocchio

Taralli al finocchio

Una specialità tipica pugliese di biscotti al sale sono i taralli al finocchio, proposti in diversi modi dalle industrie ma mai così buoni e saporiti come li facevano le nostre nonne. Oggi vi proponiamo i taralli al finocchio con la ricetta della nonna, creati con farina di grano tenero, olio, semi di finocchietto selvatico, sale e acqua che, mescolati tra loro, cotti prima nell’acqua e poi al forno, rendono i biscotti salati di pasta frolle leggero da mangiare stuzzicando l’appetito durante il giorno, oppure bagnato nel vino. Dal ricettario degli antenati sveleremo la tecnica o metodo antico come fare i veri taralli pugliesi, con riuscita garantita per sapore, leggerezza e fragranza del tarallo. I consigli della nonna: seguite attentamente la descrizione della ricetta dei taralli al finocchietto, saranno unici e genuinamente saporiti esattamente come quelli tradizionali pugliesi.

Ingredienti per la preparazione dei taralli al finocchio: 1kg di farina grano tenero 00, 200ml di olio evo, 1 cucchiaio di sale, 2 cucchiai di semi di finocchietto selvatico, acqua q.b.

taralli pugliesi ingredienti per umpasto

taralli pugliesi ingredienti per umpasto

taralli pugliesi impasto e preparazione

taralli pugliesi impasto e preparazione

taralli pugliesi in lessatura

taralli pugliesi in lessatura

taralli pugliesi ad asciugare dopo la lessatura

taralli pugliesi ad asciugare dopo la lessatura

Descrizione, preparazione, realizzazione, esatta spiegazione e procedimento come fare i taralli al finocchio fai da te in casa con le ricette della nonna e passione per le tradizioni: mettete la farina in spianatoia di legno, mescolate con finocchietto e sale, fate un buco al centro, versate l’olio di oliva, mescolate, aggiungete l’acqua q.b. per rendere l’impasto sodo ma elastico. Impastate e lavorate bene fino ad amalgamare la massa ed ottenere una specie di filoncino omogeneo. Lasciate riposare per 30 minuti ricoprendo con un canovaccio da cucina. Trascorsi i 30 minuti tagliate la massa in piccoli pezzi, arrotolate a tipo salsicciotti lunghi e non molto sottili, tagliate le estremità, unite con le dita ed arrotolate la giuntura. Lasciate riposare i taralli crudi mentre mettete abbondante acqua con sale in una grande pentola e lasciate bollire. Lessate i taralli dentro l’acqua bollente fino a quando gli stuzzichini salati non salgono a galla. Togliete dall’acqua, versate in una bacinella con dentro un piatto alla rovescia, poneteli sopra un tavolo rivestito di tovaglia da cucina, lasciate asciugare per pochi minuti. Accendete il forno e fate riscaldare a 250°. Trasferite i taralli in una griglia e fateli cuocere per 20 minuti e cioè fino a quando i taralli al finocchio ricevono un bel colore dorato chiaro. Lasciate raffreddare e conservate in un recipiente con coperchio. Il segreto della nonna: per arrotolate i salsicciotti di pasta è necessario che le mani siano leggermente umide quindi, servitevi di una bacinella di acqua e man mano bagnate leggermente le mani. Inoltre non dimenticate che i taralli al finocchietto vanno cotti in acqua salata con proporzione 1 cucchiaio ogni litro di acqua così saranno saporiti come quelli che acquistate.

I commenti sono chiusi.