Pasta alla chitarra fatta in casa

pasta alla chitarra
pasta alla chitarra

La pasta alla chitarra è un ricetta antichissima originaria dalla tradizionale cucina tipica molisana ed abruzzese. La chitarra è un telaio di legno con sopra fili in acciaio lineari fissati al legno con chiodini sui lati superiori ed inferiori. Per realizzare la pasta alla chitarra nell’antichità le nonne facevano preparare artigianalmente il telaio per poi regalarlo alle giovani spose come regalo di nozze soddisfacendo in cucina il proprio sposo e la famiglia a seguire. Un po’ tutte le nipoti molisane ed abruzzesi hanno ricevuto in regalo questo telaio dalla propria nonna che, a loro volta, lo hanno ricevuto dalle loro nonne tramandando la tradizione regionale e la ricetta degli spaghetti alla chitarra nei secoli. La pasta alla chitarra sono di sezione quadrata distinguendosi dai famosi spaghetti pugliesi chiamati troccoli che sono più doppi e dai famosi spaghetti italiani che sono più fini degli stessi maccheroni alla chitarra. Spesso ci chiediamo come fare una buona pasta fatta in casa e sfiduciate siamo convinte di non poterci riuscire. Niente di più semplice dalla cultura e tradizione dei nostri antenati oggi vi indicheremo come fare la pasta alla chitarra senza uso di tecnologie e miscelatori alcuni realizzata solo con le vostre mani e le necessarie guide della nonna.

Ingredienti per 2 persone:

2,1/2 bicchieri di farina grano duro equivalenti a 350 grammi

1 uovo

½ bicchiere di acqua

Pizzico di sale a vostro gradimento

Durata cottura:

10 minuti

Descrizione su come realizzare una ottima pasta alla chitarra chiamata anche spaghetti alla chitarra da tradizioni antiche dei nostri antenati con sola farina di grano duro e senza conservanti: prendere la farina e porla su una piattaforma di legno. Formare con le mani un buco interno ed aggiungere un pizzico di sale (a volontà) e il contenuto dell’uovo. Mescolare bene l’uovo con il sale all’interno del buco formato e cominciare a versare un po’ di acqua fredda. Man mano che mescolate andate raccogliendo la farina intorno ed aggiungete altra acqua creando un impasto denso e non molle. Cominciate adesso a lavorare l’impasto con i palmi delle mani, destra e sinistra a rotazione spingendo verso l’esterno per un massimo di 5 minuti. Quando avete una massa ben omogenea ed amalgamata tagliate l’impasto a tocchetti lunghi. Uno alla volta lavorate i tocchetti con un mattarello da cucina esattamente premendo ed allungandolo con il mattarello stesso, così da assumere una forma rettangolare ma fate attenzione che non diventino sottilissime. A questo punto avrete delle belle sfoglie di pasta rettangolari già pronte per realizzare la pasta alla chitarra. Ponete le sfoglie rettangolari sul telaio denominato chitarra e, dopo aver versato un po’ di farina sopra, prendete il mattarello e ruotandolo in se stesso spingete la sfoglia fino alla fine del telaio per poi riversarci un altro po’ di farina e ritornare a fare lo stesso procedimento. A questo punto gli spaghetti alla chitarra si suddivideranno tra loro cadendo in basso sulla piattaforma di legno sottoposta al telaio. Alzate il telaio e prendete delicatamente la vostra pasta alla chitarra agitando un po’ le parti esterne e ponendole in un vassoio di carta oppure in un tagliere di legno dove saranno pronti per essere cotti. La cottura degli spaghetti alla chitarra è molto breve e cioè appena l’acqua bolle versate la vostra pasta alla chitarra nell’acqua che subito dopo vedrete gli spaghetti salire a galla bollendo dentro l’acqua. A quel punto la pasta alla chitarra è pronta da scolare e condire a piacimento con un buon sugo o creme da voi realizzate. I maccheroni alla chitarra è una ricetta antica di facile realizzazione con ottimi risultati per i buongustai ed amanti della cucina italiana senza dimenticare i semplici consigli  tradizionali della nonna italiana.

Precedente Spaghetti alla chitarra con crema di asparagi Successivo Tagliatelle al uovo con ricetta casareccia