Pane giallo ricetta della nonna

Pane giallo ricetta della nonna

Pane giallo ricetta della nonna

Oggi vi indicheremo come fare il pane giallo fatto in casa con la ricetta della nonna massaia, una miscela a base di ingredienti semplici e naturali che trova protagonisti il grano duro, acqua, pizzico di sale e lievito madre o lievito naturale, con un tempo di lievitazione lungo di circa 10 ore ma con risultati eccellenti riportandoci alla cultura culinaria dei nostri avi, alla loro tradizione e capacità di saggezza ricca di antichi sapori della cucina e dieta italiana e mediterranea. Il pane giallo fai da te è una specialità tipica contadina proposto ovunque in modi e metodi diversi di realizzazione ma noi, rimanendo tradizionalmente legati alla buona cucina e gastronomia italiana ed all’antica ricetta della nonna e bisnonna casalinga, desideriamo tramandarla in modo casareccio semplice e genuino essendo una tecnica imbattibile, impiegando poco tempo di preparazione con il solo uso di metodi facili e naturali da risultato garantito di un ottimo pane fresco e gustoso dal profumo, fragranza, morbidezza e leggerezza tipico del ricettario casareccio dei nostri antenati ottimo per accompagnare tutti i pasti in tavola dal primo al secondo piatto, a base di carne e pesce, pranzo o cena oppure per un buon panino nostrano farcito.

Ingredienti per la preparazione del pane giallo ricetta della nonna: 1 chilo di farina grano duro, 2 bicchieri di acqua calda, pizzico di sale, una buona manata e mezzo di lievito madre (se non avete il lievito madre và bene anche il lievito birra).

Tempi di lievitazione e tempi di cottura: circa 10 ore lievitazione; 20 minuti di cottura con forno a 100 gradi di temperatura

Descrizione, preparazione, realizzazione ed esatta spiegazione e procedimento di come fare il pane giallo ricetta della nonna fai da te in casa, una specialità casareccia tratta dal ricettario e cultura dei nostri antenati, da gustare e servire a tavola come l’arte culinaria naturale della buona cuoca, nonna e bisnonna massaia contadina italiana lo propone e cioè in tutti i pasti, accompagnando primi o secondi piatti per pranzo o cena oppure semplicemente farcito per una buona colazione o merenda: Lasciare riscaldare l’acqua fino a temperatura calda ma non bollente. Versare la farina in una bacinella, aggiungere il lievito madre o lievito birra e un pizzico di sale. Mescolare il tutto per pochi secondi. Nel frattempo fare al centro una specie di buco e versare un po’ di acqua calda. Continuare a mescolare e man mano aggiungere altra acqua fino a quanto la miscela diventa amalgamata. Lavorare l’impasto bene per circa 5 minuti facendolo diventare una palla consistente ma non dura. Alzare la massa con la mano e versare della farina nel fondo, lo stesso fare sopra. Coprire la bacinella con una coperta e lasciare riposare per la lievitazione minimo 10 ore. Dopo la durata di lievitazione prendere l’impasto, lavorare leggermente per pochi minuti e formare le forme di pane desiderato: panini, filoncini, pagnotte, pane lungo, baguette. Sistemare le forme su una tavola di legno ben cosparsa di farina, tracciare sopra una croce con un coltello e lasciare riposare per altri 8 minuti circa. In questo modo l’impasto torna a lievitare per una perfetta riuscita. Nel frattempo accendere il forno a 100 gradi e lasciare riscaldare fino a quanto le forme sono pronte per essere infornate. Trascorsi gli 8 minuti di posa, infornare il composto e lasciare cuocere per 20 minuti. Trascorso il tempo sfornare e lasciare raffreddare le pagnotte o panini su una tavola di legno a temperatura ambiente. A questo punto il vostro pane giallo fatto in casa con la ricetta tradizionale della nonna semplice e casareccia è pronto da servire a tavola accompagnando pasti per pranzo e cena, primi e secondi a base di carne o pesce, realizzato con i semplici consigli e suggerimenti della nonna e bisnonna casalinga. Conservare il pane casareccio a temperatura ambiente così che dopo giorni sarà ancora fresco e gustoso.

I commenti sono chiusi.