Orecchiette fatte in casa ricetta

orecchiette fatte in casa
orecchiette fatte in casa

Un tempo si diceva che una vera massaia per accudire e mantenere in salute la propria famiglia doveva per forza saper fare le orecchiette in casa. Questa ricetta è un vanto della gastronomia italiana. In Puglia le orecchiette vengono chiamate anche recchie o recchietelle mentre in Abruzzo e Molise vengono comunemente chiamate cappelletti. La ricetta delle orecchiette fatte in casa o fai da te non è andata scemando con il tempo e spesso vediamo anche le nuove generazione pugliese accingersi a creare le orecchiette con le proprie mani orgogliose di esserne capaci. Le nostre nonne usavano preparare la pasta fatta in casa, in specifico le orecchiette, in prima mattinata e lasciarle asciugare al sole. Prima dell’avvento del consumismo in Puglia si potevano vedere interi quartieri di donne sedute fuori che cantando e chiacchierando tra loro producevano le orecchiette per il pranzo. C’è chi le faceva con il coltello e chi invece con le proprie dita allora chiediamoci: come si fanno le orecchiette fatte in casa o meglio come le facevano le nostre nonne? Oggi vogliamo riportare l’antica e genuina tradizione delle orecchiette fatte in casa dalla nonna ed esattamente così come nacque questa specialità in cucina e cioè usando solo farina di grano duro, acqua, pizzico di sale e lavorate con le proprie mani e dita senza uso di macchine conservanti, tecnologie e miscelatori.

Ingredienti per 2 persone:

3 bicchieri di farina grano duro equivalenti a 300 grammi di farina

½ bicchiere di acqua

Pizzico di sale a vostro gradimento

Durata cottura:

10 minuti

Procediamo con la descrizione e preparazione delle orecchiette fatte in casa ricetta antica ricavata dai valorosi e ricchi consigli delle nostre nonne massaie consce dell’arte culinaria contadina e cucina italiana. Prendete la farina e ponetela su una piattaforma di legno. Formate con le mani un buco interno ed aggiungete un pizzico di sale (a piacimento). Aggiungete all’interno del buco un po’ di acqua e cominciate a mescolare l’acqua con il sale per poi man mano raccogliere la farina intorno aggiungendo sempre un po’ alla volta l’acqua. Ma fate attenzione perché l’impasto deve essere piuttosto duro. Cominciate adesso a lavorare l’impasto con i palmi delle mani, destra e sinistra a rotazione spingendo verso l’esterno per un massimo di 5 minuti. Quando avrete una massa ben omogenea ed amalgamata tagliate l’impasto a tocchetti lunghi. Uno alla volta lavorate i tocchetti con un mattarello da cucina esattamente premendo ed allungandolo con il mattarello stesso, così da assumere una forma rettangolare e fate attenzione che non diventino sottilissime dovranno avere uno spessore di ½ centimetro circa. A questo punto prendete le sfoglie e tagliatele prima in lungo ricavando fettuccine doppie e spesse. Dopodiché tagliate le fettuccine a tocchetti a forma di dadini. Prendete un dadino alla volta e sottoponetelo al pollice strisciando verso l’esterno e rivoltando l’esterno del pollice all’indice assumendo la forma del cappello. Fate questo procedimento con tutti i dadini fino ad ottenere le orecchiette fatte in casa con la ricetta genuina ed antica della nonna. Posate in una tavolata di legno e lasciate asciugare per circa 1 ora prima di versarle nell’acqua per cuocere. La cottura delle orecchiette fatte in casa impiega massimo 10 minuti e cioè appena i cappelletti saliranno a galla bollendo dentro l’acqua. A quel punto le orecchiette fatte in casa con l’ antica ricetta della nonna contadina sono pronte da scolare e condire a piacimento con un buon sugo di pomodoro, ortaggi, cime di rapa o creme di asparagi da voi realizzate. La ricetta delle orecchiette fatte in casa è una specialità tradizionale di antichi sapori della cucina italiana graditissima ai buongustai ed amanti dell’arte culinaria dei nostri antenati senza mai dimenticare i semplici consigli  genuini della nonna italiana.

Precedente Insalata di polpo ricetta del pescatore Successivo Sugo al fegatazzo