Marmellata sorbe antichi sapori frutti di bosco

marmellata sorbe antichi sapori
Marmellata sorbe antichi sapori

Marmellata sorbe antichi sapori si ottiene da frutti di bosco oramai dimenticati nel tempo. L’albero di sorbe cresce spontaneamente nelle zone abbandonate di poderi o vicino a macere adattandosi a terreni sassosi. Il sorbo selvatico fiorisce tra maggio giugno e dona i suoi frutti a settembre. Le foglie del sorbo e le sorbe acerbe, sono considerate astringenti intestinali ed utilizzate anche in farmaceutica. Anche le bacche hanno proprietà terapeutiche, non a caso, gli uccelli migratori si cimano delle bacche del sorbo. La pianta non super i 15metri di altezza. Le sorbe sono frutti di bosco di colore viola scuro quando arrivano a giusta maturazione. I nostri bisnonni li raccoglievano anche gialli conservandoli per l’inverno. Le sorbe sono carnose ed il loro gusto è dolce, gradevole se maturo; aspro se ancora giallo. Fin dai tempi antichi le sorbe venivano usate come rimedio naturale contro le varie infezioni batteriche. Le sorbe sono ricche di vitamine e minerali e sono antiossidanti. Un enorme composto di antiossidante fanno di questo frutto una naturale prevenzione antitumorale. La proprietà benefica e salutare delle sorbe rafforza il sistema immunitario poiché contengono molta vitamina C. Con i fiori e le foglie di sorbo si possono preparare ottimi tè mentre, con le bacche si può ottenere un’ottima farina se mescolata con altri cereali. I frutti di sorbe si prestano benissimo per preparare ottimi liquori. Ma sicuramente gradevole, di gran lunga benefica e salutare, è la Marmellata sorbe antichi sapori frutti di bosco una ricetta semplice e senza conservanti dai ricordi culinari della bisnonna.

Ingredienti:

4 grandi manate di sorbe equivalente ad 1 chilo

6 e 1/2 bicchieri di zucchero

½ di limone

½ bicchiere di acqua

Durata:

15 minuti preparazione

35 minuti cottura

Spreco:

nessuno

Descrizione:

Versate le vostre sorbe mature in una bacinella, aggiungete dell’acqua e lasciatele in ammollo per circa 3 minuti. Passati i 2 minuti lavatele accuratamente dopodiché riportatele in uno scolapasta e fatele colare per ulteriori 3 minuti. Trascorso questo tempo cominciate ad estrarre i semi interni ai frutti con le dita. Sono al massimo 4 piccoli noccioli ogni sorba. Finita l’estrazione dei semi immergete le polpe in un pentola aggiungendo il limone e l’acqua e, a fuoco lento, lasciate riscaldare per 3 minuti. Dopo aver fatto riscaldare aggiungete lo zucchero e, dopo averlo mescolato bene con le sorbe, chiudete la pentola con un coperchio. Attenzione usate un cucchiaio di legno per mescolare di tanto in tanto. Dopo circa 20 minuti il composto comincia a compattarsi. A questo punto cercate di girare con il cucchiaio di legno più spesso. Arrivati a 35 minuti di cottura la vostra Marmellata sorbe antichi sapori frutti di bosco dai valorosi consigli e la ricetta della bisnonna è pronta. Nel caso non la vedete abbastanza densa (fate la prova del piattino), lasciate cuocere ancora un po’. Spegnete il fuoco e versate la vostra Marmellata sorbe antichi sapori e senza conservanti in vasetti di vetro ben sterilizzati prima. Chiudete i vasetti di vetro ermeticamente e lasciate raffreddare a testa in giù fino ad essere completamente freddi. Riponete il tutto in luogo buio e fresco. Se conservata bene può essere consumata, senza alterazione alcuna, fino ad 8 mesi. Marmellata sorbe antichi sapori frutti di bosco senza conservanti tradizione italiana dai ricordi antichi

Precedente Marmellata pere ricetta della nonna tradizione italiana Successivo Liquore amaro digestivo carciofo ricetta tradizionale