Liquore al mandarino ricette dimenticate

liquore al mandarino
liquore al mandarino

Una delle ricette oramai andata dimenticata è il liquore al mandarino eppure è un liquore al dolce aroma di mandarino dal profumo inconfondibile. L’albero di mandarino và dai 2 ai 4 metri di altezza e le sue foglie sono piccole e profumate come la buccia del frutto. Il  mandarino è preziosissimo per la salute, và consumato soprattutto nei mesi autunnali ed invernali rinforzando le nostre difese immunitarie. Per capire se il mandarino è buono deve avere la buccia tesa e molto attaccata alla polpa. I benefici del mandarino sono innumerevoli e, si consiglia consumare, nei mesi da dicembre a febbraio, minimo 2 mandarini al giorno a favore del nostro sistema immunitario. Il mandarino ha notevoli proprietà terapeutiche percui, non a caso, il mandarino viene molto usato anche in cosmetica per massaggi e contrastare la cellulite. Dal frutto del mandarino non si butta nulla. La buccia è ricca di principi antiossidanti e quindi ritarda l’invecchiamento della pelle. Sempre dalla stessa buccia si estrae un olio capace di combattere ansia ed insonnia. La polpa è ricca di vitamina C capace di tenere vigile il cervello, vitamina A, ferro, magnesio e fibre. A differenza di altri agrumi i semi di mandarino se masticati e mangiati, portano benefici allo stomaco. Di solito il mandarino è apprezzato come confetture di frutta candita oppure come marmellata. Eppure i nostri antenati ne traevano deliziosi preparati in liquori ed elisir di lunga vita. Oggi vogliamo ricordare il liquore al mandarino ricette dimenticate nel tempo eppure palpabile e gustoso da aroma inconfondibile come solo i nostri avi riuscivano a produrre per sè e per gli amici. I nostri antenati conoscevano le virtù e qualità dei mandarini e ne traevano benefici, eppure oggigiorno questa ricetta di liquore al mandarino è prodotto soprattutto da industrie. Dai ricordi della nonna riportiamo come realizzare un buon liquore al mandarino fatto in casa e senza conservanti.

Ingredienti:

16 bucce di manderino

1 litro alcool 90 o 96 gradi

8 bicchieri di acqua

5 bicchieri di zucchero

Durata:

7 minuti preparazione

Macerazione 3 giorni

40 giorni assestamento

Spreco

Nessuno

Descrizione completa cominciando dalla preparazione alla realizzazione del liquore al mandarino fatto in casa con ricetta tradizionale: prima di qualsiasi lavorazione ogni mandarino và ben pulito con uno strofinaccio umido. Finita la pulitura togliere la buccia dal mandarino. Tagliare a pezzi piccoli le bucce ed immergerle in un vasetto grande di vetro ben sterilizzato prima. Aggiungete l’alcool alle bucce per farle macerare e chiudete il vaso di vetro bene. Ponete il vaso in luogo buio e fresco per 3 giorni ricordando di scuotere il vasetto almeno una volta al giorno durante tutta la macerazione. Trascorsi i 3 giorni scolate l’alcool insaporito dalla buccia di mandarino e lasciate scolare. In una pentola versate l’acqua e zucchero come da indicazioni sopra, e mescolate per bene con un cucchiaio di legno. Fate arrivare ad ebollizione e, dopo 3 minuti di bollitura, spegnete e lasciate raffreddare per ulteriori 3 minuti ricordando nel frattempo, di mescolate ogni tanto il tutto con il cucchiaio di legno. Appena leggermente raffreddata l’acqua con lo zucchero aggiungete l’alcool macerato di buccia di mandarino. Mescolate per bene e versate in bottiglie ben sterilizzate prima. Chiudete con tappi di sughero le bottiglie e riponete il vostro liquore al mandarino fatto in casa con ricetta tradizionale in un luogo buio per 40 giorni per assestamento. Trascorsi i 40 giorni potete servire il vostro liquore al mandarino fatto in casa con ricetta tradizionale come liquore accompagnato da una bella fetta di torta casareccia. Godetevi il liquore al mandarino fatto al naturale e senza conservanti assaporando con amici e parenti. Servite il liquore al mandarino sempre ben fresco e vi farà tornare indietro nel tempo con le  ricette italiane tramandate a noi dalla tradizione della nonna.

Precedente Evoluzione incontrollata sottomissione Successivo Confettura di cachi marmellata fatta in casa