Frittata di asparagi garganici o asparago selvatico

frittata di asparagi garganici
frittata di asparagi garganici

Un bel piatto proposto come antipasto oppure come secondo è la frittata di asparagi garganici che è anche indicato come una bella cena accompagnato da un buon bicchiere di vino ed un ottimo pane pugliese. L’asparago selvatico nasce spontaneo su tutto il territorio del Gargano e lo si trova un po’ ovunque soprattutto in terre incolte, ai lati di muretti a secco (le famose macere garganiche) oppure in terre devastate dopo un incendio. L’asparago è una pianta perenne, formato da cespugli molto pungenti, originaria delle regioni del Mediterraneo orientale, conosciuta fin dall’antichità quando veniva usata come pianta medicinale. Molte e varie sono le ricette tramandate dai nostri nonni, una di queste è la famosa frittata di asparagi garganici o asparago selvatico che è indicata e proposta in molteplici variazioni: c’è chi la prepara col formaggio, chi ci aggiunge del pepe, chi usa determinati oli, chi ci aggiunge basilico oppure prezzemolo e chi infine fa bollire gli asparagi prima di immergerli nelle uova. Io non faccio uso di nessuno di questi procedimenti per preparare una gustosa frittata di asparagi garganici o asparago selvatico, anche perché rimango ferrea ai consigli della mamma, nonna e della bisnonna che, mi ricordano e ricordavano, come un asparago bollito perde quasi la metà delle sue vitamine.

Ingredienti:

2 uova

Un bel mazzo di asparagi selvatici

Olio EVO

Sale

Durata:

3 minuti preparazione

7 minuti cottura

Spreco

Nessuno

Descrizione e preparazione frittata di asparagi garganici: fate una passeggiata per le campagne garganiche e raccogliete asparagi freschi. Una volta arrivati a casa puliteli con uno strofinaccio umido se non bagnato con cura. Asciugateli e tagliate gli asparagi a pezzetti piccoli. Preparate una bella padella con un po’ di olio di oliva e lasciatela riscaldare per pochissimi minuti. Aggiungete gli asparagi in padella e lasciate cuocere a fuoco lento per circa 5 minuti. Durante questi 5 minuti non dimenticate di girare di volta in volta gli asparagi con un cucchiaio di legno. Mentre gli asparagi garganici cuociono, prendete le uova ed apritele in un piatto, aggiungete un pizzico di sale e sbattete bene. A questo punto togliete la padella dal fuoco e con un cucchiaio di legno versate gli asparagi dentro l’uovo. Fate attenzione di separare bene gli asparagi dall’olio perché quest’ultimo deve rimanere in padella. Riponete la padella in fuoco lento e nel frattempo sbattete gli asparagi con l’uovo. Appena il tutto è ben amalgamato versate in padella l’uovo con asparagi e lasciate cuocere sempre a fuoco lento così da non perdere il colore dorato. Chiudete la padella con un coperchio e, come vedete che il sotto è ben cotto, girate la frittata di asparagi garganici sullo stesso coperchio della padella, così da avere una bella forma tonda. Dopo pochi minuti la vostra frittata di asparagi garganici o asparago selvatico è pronta da servire a tavola come antipasto, come secondo oppure come cena accompagnato da un buon bicchiere di vino e pane pugliese. Buon appetito con la frittata di asparagi garganici o asparago selvatico con le semplici ricette tramandate dai nostri antenati, senza perdita di vitamine ma con tutta la tradizione e cucina italiana

Precedente Confettura di cachi marmellata fatta in casa Successivo Ricetta biscotti con farine di carrube