Evoluzione incontrollata sottomissione

evoluzione incontrollata sottomissione
evoluzione incontrollata sottomissione

Dai tempi dei tempi mai come oggi si nota un cambiamento radicale, dove l’uomo si trova artefice, di una evoluzione incontrollata sottomissione tecnologica a lui indotta ma, nello stesso tempo, da lui stesso subita. Si vedono le nuove generazioni pranzare in famiglia col cellulare al lato del piatto, passeggiare in strada con auricolari, vedere le tv con cellulari in mano, lasciare serie conversazioni familiari per correre a leggere messaggi e/o telefonate di amici. Si nota un allontanamento alla vita quotidiana, al confronto, al rispetto reciproco, all’approccio ed interfaccia sociale. Man mano si è perso il contatto umano, il”essere” posto in rilievo e soprattutto conforme nel rispetto di Madre Natura. Un’era di totale oblio tra  consumismo e dato per scontato, un’era di totale allontanamento alla vita reale ed al rispetto verso la nostra Madre Terra. Questo si nota soprattutto nei nostri acquisti di cibo ed il nostro modo di alimentazione. Non sappiamo più riconoscere piante o erbe benefiche e salutari, un tempo non tanto lontano, molto note dai nostri antenati. Pensiamo che i cibi si conservino in frigoriferi, eppure quest’ultimi, anche se disinfettati periodicamente, ugualmente conservano micro batteri. Eppure noi pensiamo di essere in evoluzione incontrollata sottomissione nel gettare via resti ed avanzi di cibo delle nostre tavole nei rifiuti dell’umido, senza pensare che, questi microorganismi, un tempo servivano a composti per le nostre terre e piante. A questo una domanda sorge spontanea:

Siamo in evoluzione oppure in incontrollata sottomissione?

I nostri antenati ne erano ben consci nel rispetto dovuto a “Madre Terra” ed erano immuni di frigoriferi e rifiuti. Riuscivano a conservare tutto senza uso di tecnologie e nel pieno rispetto umano e collettivo eppure tutto questo oggigiorno è stato dimenticato. Siamo in evoluzione incontrollata sottomissione se solo le fabbriche sono in grado di produrre cibo e renderlo conservabile per un certo periodo di tempo? A voi le dovute riflessioni e risposte se siamo in evoluzione incontrollata sottomissione sistematicamente tecnologica.

Precedente Limoncello fatto in casa con la ricetta tradizionale Successivo Liquore al mandarino ricette dimenticate