Capperi sotto sale

Capperi sotto sale
Capperi sotto sale
Una preziosa varietà di piccoli capperi nascono e crescono in Gargano. Tra le macerie e muretti a secco questi fiori, ancora chiusi, trovano il suo habitat. Si, avete capito bene: i capperi sono boccioli, nascono da una pianta spontanea, a cespuglio, che cresce tra le pietre. Il territorio garganico è ricco di questo fiore chiuso che, se non viene raccolto, germoglia in petali bianchi di dimensione grande. In Gargano il cappero si coltiva fin dai tempi antichi. I nostri antenati apprezzavano il gusto ed aroma in cucina per cibi e pietanze a base di carne, pesce, pasta, riso ed  insalate. Varie sono le ricette di conservazione: sott’olio, al naturale, in aceto o al sale. La più semplice è sicuramente il metodo tradizionale dei capperi sotto sale, una tecnica di conserva all’antica per una lunga scadenza. Consigli della nonna: usate il sale marino e conservate in piccoli barattoli di vetro.
Ingredienti per preparare i capperi sotto sale:
  • Capperi raccolti oppure appena acquistati freschi
  • Sale doppio
Descrizione ed esatto procedimento come fare in casa i capperi sotto sale con la ricetta della nonna pugliese. Se vi trovate in Gargano tra maggio e giugno acquistate da un fruttivendolo di fiducia i capperi freschi. Lavate e fate asciugare al sole per circa 30 minuti. Nel frattempo sterilizzate bene i vasetti di vetro. Versate in uno scolatasta i capperi ed aggiungete abbondante sale, mescolate, mettete sotto un piatto. Lasciate 7 giorni con il sale e fate attenzione di mescolare una volta al giorno. La procedura permette di togliere l’acqua dal frutto. Trascorso questo tempo versate sul fondo del vasetto di vetro uno strato di sale, aggiungete uno strato di capperi verdi, un nuovo strato di sale, nuovamente boccioli. Continuate questa procedura fino a raggiungere l’orlo del barattolino di vetro. Fate attenzione che sopra finisca con versare l’ultimo strato di sale marino. Chiudete il barattolo ermeticamente. Conservate in luogo fresco e buio per 30 giorni prima di essere consumati. Segreti della nonna: sciacquate in acqua i capperi al sale prima di usarli in cucina
Precedente Panini leggeri all’olio Successivo Albicocche sciroppate